9
aprile 2018

News di

Al via a Treviso il Laboratorio permanente sulla responsabilità sociale d’impresa. Il 12 aprile “Comunicare il valore delle imprese”

Come coniugare competitività e sviluppo responsabile? Nella Marca arriva un Laboratorio permanente per la Rsi (Responsabilità sociale d’impresa) per provare a dare risposte alle imprese e alla pubblica amministrazione. Tre gli appuntamenti in programma giovedì 12 aprile a Treviso, giovedì…

Come coniugare competitività e sviluppo responsabile? Nella Marca arriva un Laboratorio permanente per la Rsi (Responsabilità sociale d’impresa) per provare a dare risposte alle imprese e alla pubblica amministrazione. Tre gli appuntamenti in programma giovedì 12 aprile a Treviso, giovedì 3 maggio a Villorba e giovedì 31 maggio a Vedelago, promossi da Irecoop Veneto con la collaborazione dello Sportello Csr e Ambiente della Camera di Commercio Treviso-Belluno. Il filone della responsabilità d’impresa si traduce in tre temi: comunicazione, certificazioni e inclusione delle persone disabili.

“Comunicare il valore delle imprese” il 12 aprile a Treviso

La prima tappa di questo percorso, “Comunicare il valore delle imprese”, è in programma il 12 aprile dalle 14.30 alle 18.30 alla sala conferenze della Camera di Commercio di Treviso e Belluno (Piazza Borsa 3/B a Treviso). La comunicazione d’impresa è professionalità, reputazione, business ma è soprattutto un valore che va condiviso in senso responsabile per valorizzare la ricchezza di un’esperienza e di un territorio. Il workshop è occasione di confronto e informazione sull’ampia tematica della comunicazione ed entra nel merito di singole esperienze aziendali e professionali.

Gli ospiti della giornata di approfondimento. Domenico Lanzilotta, della società di consulenza specializzata nella comunicazione Blum. Comunichiamo l’innovazione, racconterà “Il valore della comunicazione per le imprese”. Nicola Possagnolo di Noonic, tech company attiva fra Padova e l’India specializzata in automation per il marketing e l’e-commerce, suggerirà come “Comunicare valori e tradizione per la valorizzazione responsabile del territorio”. Spazio anche a una testimonianza di un’impresa del territorio con Matteo Bortoli, responsabile del marketing strategico di Lattebusche Sca.

L’iscrizione al primo appuntamento è libera e aperta fino al 10 aprile attraverso questo link.

“Cultura delle certificazioni: vincoli e opportunità” il 3 maggio a Villorba

Seconda tappa sul tema “Cultura delle certificazioni: vincoli e opportunità”, il 3 maggio a Villorba (Treviso) presso Le Terrazze Hotel Residence dalle ore 14.30 alle 18.30. Operare secondo criteri di certificazione aziendali significa attestare la creazione, l’applicazione ed il mantenimento di sistemi organizzativi e gestionali del lavoro conformi a specifiche norme di riferimento valide a livello internazionale, capaci di restituire qualità, responsabilità e valorizzazione della realtà aziendale.

Il seminario entra nel vivo della questione della cultura delle certificazioni e delle logiche di responsabilità, presentando un quadro d’insieme teorico, normativo e pratico-operativo. Si alternano al tavolo dei relatori Monica Tomasella (“La certificazione integrata per un approccio responsabile”) e Luigi Meduri (“Logiche di responsabilità a partire dal modello 231/2001”), con la testimonianza d’impresa di Simone Slaviero, della Emerson Climate Technolgies.

“Inclusione lavorativa delle persone con disabilità” il 31 maggio a Vedelago

È dedicato al tema “Strumenti giuridici per favorire l’inclusione lavorativa delle persone con disabilità” il terzo e ultimo workshop del ciclo, che si terrà il 31 maggio dalle ore 140.30 alle 18.30 a Vedelago (Treviso) presso il Consorzio In Concerto (via Bassanese 9). Il seminario intende analizzare sotto prospettive normative, organizzative e gestionali le modalità per favorire i processi di inserimento lavorativo di persone con disabilità ai sensi della legge 68/99 e per sostenere lo sviluppo nelle imprese di politiche di gestione delle risorse umane che siano al contempo etiche e sostenibili.

Sono previsti gli interventi di Gaetana Agata Amico, direttore dell’Inail di Conegliano (“Reinserimento lavorativo di infortunati da lavoro e tecnopatici: finanziamenti e riduzione tasso per la prevenzione”), Roberto Agnesi, direttore dello Spisal dell’Ulss 2 Marca Trevigiana (“Disabilità e lavoro: il dialogo alla base di una buona integrazione”) e Marco Coralli, consulente del lavoro di Innova Srl (“La riforma della legge n. 68/1999 – Il diritto al lavoro per le persone con disabilità e nuovi obblighi per le aziende nel 2018”). A seguire le esperienze di Eureka Soc. Coop. e Alternativa Ambiente Soc. Coop.

Gli incontri del Laboratorio permanente per la Rsi rientrano nell’ambito del progetto “CSR e Territorio: Competitività e Sviluppo Responsabile” finanziato dalla Regione attraverso il Fondo sociale europeo nel complesso delle attività del piano “Responsabilmente” (DGR 948/2016) e in capo a Irecoop Veneto.